L’Europa si allontana dalla neutralità della rete

di alex il 18 gennaio 2013

La si può leggere come una presa di distanze dai valori della neutralità della rete quanto ha affermato pochi giorni fa la commissaria per l’Agenda Digitale Neelie Kroes: che gli operatori possono fare offerte “tiered”, termine con cui s’intende le offerte dove il prezzo è collegato ai servizi utilizzati dagli utenti. Quindi, per esempio: paghi 10 euro per avere solo http, ma se vuoi vedere anche i video devi pagare 15…o 20 euro.

E’ un’affermazione importante, che arriva dopo anni in cui la Commissione ha solo preso tempo, su tali questioni. Si era limitata solo a dire che avrebbe vigilato perché gli operatori non compromettessero la libertà di espressione o la concorrenza, con le loro pratiche di gestione del network. Beninteso, ci sono già stati casi di operatori con offerte “tiered”, soprattutto sul mobile ma anche sul fisso. L’abuso di queste offerte ha spinto le autorità olandesi a fare la prima legge europea a tutela della neutralità della rete. Il disco verde- informale- da parte dell’Europa dovrebbe ora incoraggiare la nascita di altre offerte di questo tipo.

Continua

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: