L’addio al Pisanu non è una presa in giro

di alex il 8 novembre 2010

D’accordo, non sarà Wi-Fi davvero libero. Ma il punto non è questo, bensì se dal primo gennaio sarà abbastanza libero perché il suo sviluppo non sia tarpato. Ebbene sì, in questo caso non facciamo gli estremisti: in Francia, Germania e Regno Unito c’è un logging del traffico anonimo degli access point, a scopo di controllo dei reati. L’importante è che non ci sia identificazione obbligatoria preventiva degli utenti: a questo dobbiamo mirare, con la liberazione del Wi-Fi, quanto ai nuovi obblighi di sicurezza che i ministri decideranno entro il 31 dicembre.

Nel fare le battaglie bisogna essere tattici: cedere su qualcosa per avere quello che davvero conta. Se si chiede tutto si rischia di non avere niente. Adesso accontentiamoci, dico io, di allinearci al resto d’Europa, dove il Wi-Fi non è tarpato dalla normativa. Se ci mettono obblighi di identificazione utenti via sms, sarò io il primo a dire che non va bene…ma non è ancora venuto il momento di gridare che è tutto sbagliato, che non è stata una vittoria…

{ 6 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Andrew Next novembre 12, 2010 alle 7:38

Dal mio appartamento, senza usare antenne particolarmente efficienti, riesco a raggiungere otto/nove access point. Due di questi sono aperti, uno ha la WEP e gli altri risultano meglio protetti.
Se avessi intenzione di delinquere mi basterebbe usare uno dei due AP aperti oppure usare qualche programmino (chi ha detto Cain & Abel?) per attaccare i router protetti (da alcuni test eseguiti contro il mio router ho ottenuto tempi preoccupanti: wep cade in 2,5 secondi, WPA ha resistito una settimana, WPA2 per ora regge).
Se poi avessi windows sarebbe sufficiente avere un virus nel PC che mi “sniffa” la chiave dall’interno per comunicarla al pirata di turno.
Questo senza usare cose piu’ o meno interessanti come le antenne ad ampio guadagno e quelle direzionali che estendono la portata dei router domestici da qualche centiaio di metri fino a qualche decina di chilometri.

A tutto ciò si aggiungono le mazzate tirate dalla tecnologia.
Per esempio: direct WiFi, lo standard per le connessioni ad hoc così che ogni dispositivo WiFi compatibile con questo standard puo’ essere allo stesso tempo Client E Acces point così da poter diventare un nodo di una rete wireless.
Se in un’area ci sono abbastanza dispositivi WiFi (4 dispositivi nel raggio di 100 metri) di questo tipo si crea, automaticamente, un’infrastruttura di rete e ogni dispositivo che si aggiunge incrementa l’ampiezza di banda disponibile.

Studio, ricerca, cazzimma e creatività (un antenna direzionale è quella che alcuni fantasiosi signori hanno realizzato con il tubo di una nota marca di patatine) rendono completamente inutili lacci e lacciuoli pensati dal legislatore per mettere filtri e barriere la’ dove non ha senso mettere cose simili.

Se si vuole combattere il crimine in rete occorre uno sforzo superiore la’ dove serve: la ricerca.

La legge dovrebbe allora aiutare chi sviluppa sistemi di sicurezza informatici, sistemi TLC meno sensibili ad attacchi informatici e non bastonare chi, semplicemente, non ha le conoscenze necessarie o non puo’ permettersi gli strumenti opportuni… ovvero chiunque abbia un PC con un sistema operativo non orientato alla sicurezza (chi ha detto Windows?) e chi si procura virus e software per “craccare” allo scopo di studiarli e mettere a punto difese piu’ efficaci (in italia è vietato l’uso e la detenzione di simili software… in teoria anche essere infettati da un virus è reato).

Vabbe’, siamo in italia dove chi osserva la legge è punito e chi fa il “furbo” ha la vita semplificata.

Buona giornata

Replica

LorrettaYYahne giugno 20, 2015 alle 21:25

What you posted made a bunch of sense. But, what about this?
suppose you were to write a awesome title?
I am not saying your information isn’t good, but what if you added a post title that
makes people desire more? I mean Laddio al Pisanu non è una presa in giro is kinda boring.
You ought to peek at Yahoo’s front page and watch how they create post headlines to
grab viewers to open the links. You might try adding a video
or a related pic or two to get people excited
about what you’ve written. In my opinion, it could bring your blog a little livelier.

Replica

bán đất dự án kim dinh golden gate 56 novembre 19, 2018 alle 17:19

Thanks for some other informative web site. The place else could I am getting that type
of info written in such a perfect approach? I have a project that I am simply now running
on, and I have been on the glance out for such info.

Replica

dat nen golden gate 56 dicembre 14, 2018 alle 6:24

Hello, this weekend is nice for me, since this occasion i am reading
this fantastic educational piece of writing here at my house.

Replica

golden gate 56 gennaio 1, 2019 alle 9:38

Địa chỉ của bất động sản : Dự Án GOLDEN GATE
fifty six.

Replica

BestRaceTips luglio 2, 2019 alle 18:40

Hiya! Quick question that’ѕ totallyy off topic. Ɗo уoᥙ қnow
how to make your site mobile friendly? Мy siye lookѕ weird wһen browsing from my apple iphone.
Ӏ’m trүing to find a theme or plugin tthat might
be abⅼe to correct this issue. If you have any recommendations, ⲣlease share.
Appreciаte it!

Replica

Lascia un commento

{ 2 trackback }

Articolo precedente:

Articolo successivo: