Vodafone trincia il VoIP (UPDATE)

di alex il 11 settembre 2009

UPDATE
Ho sentito Vodafone per un ampio pezzo che leggerete giovedì su Nova24 (Sole24Ore).

Quelle che hanno messo sul sito sono solo le offerte business. Poi arriverà lo specchietto anche di quellle consumer e la cosa più notevole è che le offerte più economiche per internet mobile non avranno il VoIP. I piani saranno comunque rivisti a novembre e ne arriveranno nuovi

——–

Delle nuove politiche Voip non neutrali in arrivo da Vodafone stanno parlando tutti, in rete. Alcune considerazioni

1)La cosa notevole è la dichiarazione che limiterà il VoIP. Il fatto che un operatore mobile lo limiti è invece non nuovissimo. Lo facevano in tanti, da tanto, senza però dirlo.

2)Vodafone può cambiare i contratti, anche quelli vecchi. Deve però avvisare i singoli utenti entro il 20 ottobre e dare loro possibilità di recesso senza penali. La legge è dalla parte di VOdafone perché da noi l’Autorità tlc, a differenza dell’Fcc americana, non ha ancora seriamente affrontato la questione della neutralità della rete

3)Chissà se per una volta non si possa usare il fatot negativo a vantaggio degli utenti. La cosa è da vedere bene, ma che succede se l’utente si avvale del diritto di disdire un contratto per il quale Vodafone aveva previsto costi da 200 euro in caso di disdetta anticipata (per chiavette in comodato d’uso, per l’iPhone…)?

{ 8 commenti }

Dario Denni settembre 12, 2009 alle 11:35

Stupisce lo stupore:

- Vodafone non trincia un bel niente. Ci sono piu’ di 16 piani dati di Vodafone che consentono voip. Alcuni non lo consentono piu’. Tutto qua.

- la storia della raccomandata è una bufala. bastano 2 righe in bolletta.

- la penale non si applica se voda cambia unilateralmente il contratto e tu recedi.

;)

sii piu’ critico come lo sei sempre stato.

alex settembre 12, 2009 alle 13:09

Mi sembra di essere abbastanza critico. Tu non lo sei abbastanza, perché non ti rendi conto che Voda sta violando la neutralità della rete distinguendo tra traffico internet e traffico voip nella tariffazione. I piani che non discriminano li ho visti, bella roba. Non ci sono i piani comuni consumer

Stefano Quintarelli settembre 12, 2009 alle 13:17

@Dario: voda tricia eccome. discriminare servizi o protocolli specifici in una offerta “internet” non e’ mai accaduto. Quando hanno tentato una discriminazione (anche solo tariffaria) per favorire youtube hanno fatto subito marcia indietro.
tant’e’ che quando hanno fatto l’offerta “per accedere a facebook” in realta’ la tariffa era per tutto il traffico Internet, non discriminando tra servizi.
questa e’ un profilo antitrust e di codice delle comunicazioni.
tutto qua.

Esticazzi? settembre 12, 2009 alle 19:32

Alex, piantala….evidentemente Vodafone ti ha fatto pagare il traffico dati VoIP che ti ostini ad usare sul data-mobile dalla tazza del tuo cesso.
Ma fatti una linea Telecom da casa e piantala di rognare! Paga come tutti e sopratutto, publica questi piani, così almeo possiamo citare Vodafone…oppure è la solita scenata meridionale che fai: lanci il sasso e nascondi la mano???

SVEGLIATI! DOVE SONO LE RISORSE PER FARE TUTTI DATA-MOBILE???

dario denni settembre 12, 2009 alle 19:55

@ALEX – lasciamo perdere la neutralità della rete e occupiamoci della neutralità dei servizi. Con il dogma della NN non si va da nessuna parte. Prima di tutto perchè nessuno la rispetta e poi perchè ci sono motivi precisi di natura imprenditoriale. Fa bene a tutti, pure al cliente finale disporre di offerte tutto internet e offerte managed.

@QUINTA – oramai l’antitrust italiana fa ridere. Che pretendi di ottenere piu’ di una multa per le pubblicità ingannevoli (cosa assai fine a se stessa) o che AGCM accetti altri impegni da Voda (cosa altrettanto ridicola). E’ un problema che se c’è, IMHO va portato a Bruxelles. Proprio a Bx si affacciano possibilismi circa le offerte managed. Io me ne faccio una ragione. Basta con questo dogmatismo sulla Net Neutrality… ma apriamo un dibattito sereno sulla service neutrality. Hai anticipato tanti temi in Italia quando nessuno li conosceva. Qui mi sembri un pochino ancorato al passato.

Rocco Rattazzi settembre 14, 2009 alle 10:03

@ Dario Denni:
“lasciamo perdere la neutralità della rete e occupiamoci della neutralità dei servizi”.
perche’ mai? il concetto della net neutrality e’ pura attualita’ che anche la FCC negli USA ha fatto proprio, con una spinta che guarda caso viene dalle aziende che vivono di internet:
http://blog.seattlepi.com/microsoft/archives/177407.asp
fose sbaglio ma mi pare dunque che la linea temporale sia contraria a quella che hai descritto tu

Gianni settembre 19, 2009 alle 22:53

Scopri cosa può fare per te Skype

(segue pubblicità cancellata)
Gianni, se Skype si è messa a fare spam sui blog è davvero alla frutta

Ancora banni??!!! settembre 20, 2009 alle 13:00

Pensa che Longo banna alcuni commenti degli utenti…più alla frutta di lui. In ogni caso, uso regolarmente Skype e pago quanto consumo.
Di più: ci mando pure i fax con PamFax!

P.S.: Alex, non cancellare i commenti, altrimenti rendi privato il blog…

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

{ 1 trackback }

Articolo precedente:

Articolo successivo: