Pirate Bay, Fimi minaccia denunce

di alex il 23 agosto 2008

Blogger avvisato mezzo salvato.

Ecco quanto ha appena diramato Fimi (grassetto mio):

L’accusa di una presunta attività di raccolta dati personali grazie ad un sito dove sono reindirizzati gli utenti italiani di pirate bay è una buffonata colossale che non tiene conto del fatto che ci si trova di fronte ad un procedimento penale seguito dalle forze dell’ordine e dalla magistratura con provvedimenti emessi da magistratura e dalla polizia giudiziaria che non consentono alcuna iniziativa autonoma da parte di privati e che questi ultimi, anche se coinvolti sul piano tecnico, sono comunque soggetti al controllo delle autorità che stanno seguendo l’indagine contro i titolari del sito svedese.

Le accuse mosse all’industria sono pertanto prive di alcun fondamento e porteranno solo a denunce per calunnia e diffamazione nei confronti di coloro che in maniera strumentale stanno cercando di creare ad arte un caso che sposti l’attenzione dal fatto principale che è oggetto dell’azione giudiziaria promossa dalla Procura di Bergamo: l’attività illegale e il conseguente blocco di Pirate Bay per violazione delle norme sul diritto d’autore.

{ 5 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

Sbronzo di Riace agosto 23, 2008 alle 16:25

rimane di capire chi ha ordinato di indirizzare il traffico verso quel IP

nell’ordinanza del giudice esiste un ordine che obblighi i provider a indirizzare a quel IP?

se esiste perché alcuni provider non lo fanno?

quando vengono bloccati siti di scommesse mica si viene indirizzati verso quel IP o mi sbaglio?

Replica

Fimmi agosto 23, 2008 alle 19:33

Mia opinione è che questi signori non abbiano compreso come funzioni la rete, altrimenti non si spiegano le loro dichiarazioni.

Comunque restiamo a vedere cosa dice il Garante in merito alla vicenda.
Se ci sono violazioni di qualche genere, certamente chi ne ha titolo vorrà rivalersi nelle sedi opportune.

Replica

Alessandro Bottoni agosto 23, 2008 alle 19:57

Si può sapere qual’è la fonte di questo comunicato stampa? Sul sito FIMI non ne ho trovato traccia.

Replica

Sbronzo di Riace agosto 24, 2008 alle 15:55

replica di fastweb

http://www.hwgadget.com/pirate-bay-replica-fastweb-0822.html

quindi è stato un ordine della polizia e non del magistrato

Replica

Clod settembre 1, 2008 alle 21:41

Muoviamo il culo e facciamoci sentire!
Se fanno la legge francese sono cavoli!
Addio internet e il suo concetto base: condividere, scambiare e diffondere cultura.
Alziamo un grido e facciamoci sentire!

Replica

Lascia un commento

{ 6 trackback }

Articolo precedente:

Articolo successivo: