La tara delle Adsl a consumo

di alex il 15 novembre 2007

Ho letto il bilancio dei 9 mesi di Telecom Italia. E’ aggiornato il rapporto tra Adsl a consumo e flat (tra quelle Alice Adsl, che sono circa i due terzi del totale). Le flat continuano ad aumentare, ma quelle a consumo sono il 39 per cento, ancora una quota molto grande. COnsiderando che anche gli operatori alternativi hanno Adsl a consumo, ma molt meno popolari rispetto alle analoghe di Alice, è facile calcolare che in Italia ci sono circa 2,5-3 milioni di Adsl a consumo. Se le togliamo dal totale, arriveremmo a una penetrazione delle Adsl in Italia ancora più bassa di quella attuale, che pure fa abbastanza pena rispetto alla media UE.

Credo che i grandi giornali generalisti non lo dicano ancora abbastanza (per non dire “affatto”), ma la situazione della banda larga è specchio del futuro di questo Paese.
Vediamoci allo specchio e rabbrividiamo, per i capelli radi e le rughe.

{ 5 commenti }

StefanoC novembre 15, 2007 alle 13:48

Perché le ADSL a consumo non andrebbero contate? Non capisco cosa c’entri il tipo di piano tariffario. Che differenza fa?

Analogamente, quelli che hanno il cellulare con la scheda ricaricabile non andrebbero contati, ma solo quelli con un abbonamento con quota fissa ?

Stefano (che ha un abbonamento semi-flat, e si chiede come sia catalogato)

aghost novembre 15, 2007 alle 14:19

le adsl “a consumo” sono un’idiozia tutta italiana (a 2 euro l’ora!!!), semplicemente un controsenso. Una presa in giro del resto, dal paese in cui il MONOPOLISITA spaccia le sue tariffe come “le piu basse d’europa…”

Peppino Impastato novembre 17, 2007 alle 0:33

StefanoC, ecco la risposta: sei un semi-idiota! :P
Scherzi a parte, ti pare possibile pagare così una connessione dati che ormai è diventata come la corrente elettrica, l’acqua e il gas in casa? Alex, mi permetto di usare creme e cremine per distendere la mia pelle e rinvigorire i miei capelli…..yaaawwhhnnnn…..W L’ITAGLIA!

Nomed novembre 17, 2007 alle 3:53

Il prblema talvolta e’ che non si puo’neppure scegilere.

Esistono zono ancora non coperte dal servizio.

Io dove mi trovo ora posso avere un max di 2 Mb , pagando il prezzo
di una flat tipica (come a genova, milano ecc …). A 5Km viaggiano
ancora con il dial up.

StefanoC novembre 21, 2007 alle 15:14

> ti pare possibile pagare così una connessione dati che ormai è
> diventata come la corrente elettrica, l’acqua e il gas in casa?

Io l’acqua, il gas e l’energia elettrica li pago a consumo. Voi no?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

{ 4 trackback }

Articolo precedente:

Articolo successivo: