Elitel speranze a lumicino

di alex il 26 luglio 2007

La sconfitta al tribunale per il procedimento d’urgenza rende le cose più difficili. Elitel sperava di riottenere il riallaccio d’urgenza, ma dovrà passare da una causa ordinaria.
La decisione più importante, per la salvezza dell’azienda, è però ancora di là da venire: Elitel sarà commissariata o no? Lo dovrebbe decidere il Tribunale nei prossimi giorni

UPDATE
Chiudo i commenti a questo post perché sono ormai solo insulti gratuiti

{ 49 commenti }

massimo luglio 26, 2007 alle 12:15

ritengo che oramai ci sia poco da fare in quasi un mese i clienti (giustamente) se ne sarannno andati in massa…tra l’altro so per conoscenze personali che elitel è in cerca di vecchi crediti o presunti tali ad un amico sono arrivate le fatture del 2004 !!!! c’era bisogno di ricordarselo ora ??

facciamoliilculo luglio 26, 2007 alle 16:43

Forse non lo sapete ma il debito verso Telecom raddoppiato nell’ultimo anno è stato fatto perchè Elitel acquisiva clienti, vendeva traffico e non riscuoteva buona parte dei crediti perché vendeva a clienti non solvibili e sapete perchè? Per distrarre le somme attraverso reseller e fornitori compiacenti.
Per favore informatemi se sapete quale è la procura competente e se è stata aperta una indagine così inizio a fornirli informazioni per vedere di spedirli al fresco, anche se tanto in questo paese non ci resta nessuno, solo i disperati.

matteo luglio 27, 2007 alle 13:52

Triste leggere queste righe.
In 14 ore ho ricevuto 2 telefonate da operatori di Elitel proponenti soluzioni e riavvicinamenti. Ma è come un dipendente disonesto che cerca di riacquistare la fiducia del padrone: è lunga la salita.
In bocca al lupo, Elitel & Co.!!

Post: un minimo di grammatica, “facciam…”!

Francesco Marcotti luglio 27, 2007 alle 14:43

Sono un cliente Flashnet/Elitel che ha da sempre utilizzato l’indirizzo e-mail …@flashnet.it. Ho due domande:
1) per quanto tempo riceverò ancora e-mail indirizzate …@flashnet.it
2) esiste un sistema per configurare Outlook express in modo da inoltrare automaticamente queste mail ad un’altra casella di posta ?
Grazie per l’aiuto, ma se non ci aiutiamo fra di noi…

Dappoy luglio 27, 2007 alle 21:45

Il padre padrone fa i cavolacci suoi, con i soldi degli altri, toglie gli stipendi o li decurta ai dipendenti, taccia i suoi dipendenti come incapaci, insomma un bel soggetto che ai miei tempi 1973-1974 venivano gestiti in altro modo.
auguri a tutti i dipendenti

Anonimo luglio 28, 2007 alle 8:45

4. Francesco Marcotti – 27 Luglio 2007
Sicuramente ti conviene cambiare indirizzo mail.
Tra l’altro è difficile che se l’indirizzo viene bloccato tu possa continuare a ricevre… anceh girandolo su un altro.
Io ho contattato http://www.risparmiaresultelefono.it divisione web and mail e mi hanno dato degli ottimi consigli…
ho già aperto una nuova supermail con loro

Paolo Bressan luglio 29, 2007 alle 9:16

Con l’altro ieri, venerdì 27 luglio, anche i call center con numerazione classica 030 ecc. sono in down.

La posta elettronica non è leggibile neanche da http://www.elitel.biz pertanto ritengo che tutti operatori e dirigenti non abbiano solamente tirato i remi in barca, ma posto in secco la stessa, che verrà sicuramente offerta al miglior offerente dopo le ferie giudiziarie, 15 settembre.

Auguri agli operatore che si sono sempre dimostrati di qualità fin dalla nascita di ADRIACOM in Regiona Friuli Venezia Giulia.

Emy luglio 29, 2007 alle 10:58

Salve a tutti, sono uno dei disperati clienti di Elitel. Dopo il distacco del 4 luglio ho atteso un pò e alla fine non sapendo che cavolo stesse succedendo visto che neanche i numeri di assistenza ai clienti funzionavano più ho deciso di inviare richiesta di disdetta ad Elitel credendo fosse fallita per passare così ad altro operatore. Premetto che fino al 4 luglio non ho mai avuto problemi e sono con loro dal 1999, quindi dai tempi di Flashnet. Ora all’improvviso il collegamento ha ripreso a funzionare ed io mi ritrovo con una richiesta di attivazione ad altro provider che attende che Elitel mi sganci, una richiesta di disdetta ad Elitel di cui però non mi è tornata ancora ricevuta di raccomandata A/R, e il collegamento con Elitel che ora funziona. La mia domanda ora è questa: dopo quello che è successo, se Elitel mi sgancia, rischio di dovergli pagare mesi e mesi di abbonamento fino alla scadenza del mio contratto che sarebbe l’anno prossimo, oppure no???

artu luglio 30, 2007 alle 1:21

Emy non credo tu debba pagare.

Ti parlo del mio caso …

Ho mandato disdetta ad elitel dell’adsl nella metà di giugno 2007 – avevo capito che stava per succedere il casotto purtroppo – e ad oggi il numero di riferimento telecom mi dice che la mia linea adsl è libera da 1 settimana circa – attendo conferma di nuovo allaccio dal nuovo operatore serio.

Ero cliente Flashnet. Mi avevano chiesto di saldare tutto il 2007 per avere la disdetta, ma ho trovato il vecchio contratto e questi riferimenti non c’erano.

Quindi niente altro da pagare.

Credo che te la dovresti cavare pagando solo il mese di luglio, ma evita da ora in poi di usare elitel cosi stai serena.

:-)

Un abbraccio.

anonimo luglio 30, 2007 alle 9:45

E dopo Elitel adesso tocca a Vira/Intratec…
Leggete punto informatico di oggi (http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2048673) e scoprirete che Telecom comincia a fare sul serio per incassare i debiti degli operatori…
Chi sarà il prossimo?

Francesco Cosi ITM della Misericordia di Pisa luglio 30, 2007 alle 14:14

ATTENZIONE A TUTTI I CLIENTI Intratec/Vira TELECOM STA FACENDO LA STESSA COSA CHE HA FATTO CON ELITEL ENTRO IL 2 AGOSTO!!!!!!!

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2048673

x Garofalo Giovanni e Alessandro Longo luglio 30, 2007 alle 21:41

X Garofalo Giovanni
—————–
Carissimo,
Elitel ormai non esiste più.

Non ti rendi conto che attendendo Elitel & C crei un enorme disservizio a tutti i tuoi clienti?

Con serenità, fai cambiare operatore.

X ALESSANDRO LONGO
______________________
Ciao,
movimentiamo il blog iniziando ad indagare su VIRA che tra poco entrerà nel CLUB dei SOSPESI DI TELECOM ITALIA!

un bacio a tutti, belli e brutti.

Giovanni Garofalo luglio 30, 2007 alle 23:17

Ciao, chi sei? :D Posso avere il piacere di conoscere il tuo nome o il tuo nick? Fortunatamente faccio questo mestiere da un po’ di tempo e i miei Clienti sono da mò beckuppati non su due, bensì su tre datacenters minori ed operatori vari, ma siccome mi spiacerebbe lasciare anche una sola vite dentro un datacenter che rischia di venir sigillato dalla GdF (e ti posso garantire che succederà com’è successo in passato…) vorrei provare il piacere di fare almeno una migrazione a regola d’arte e sopratutto alla luce del giorno e senza fretta! Ti ricordo che già durante il salto Cybernet/Elitel ne abbiamo visto tutti di belle, quindi ormai non mi scandalizzo più di nulla. Come vedi sto sdrammatizzando il GRAVE E TRISTE PROBLEMA, osservando incuriosito l’evolversi della vicenda. Se non ci fossimo noi tecnici sottoterra, sai dove andrebbe a finire l’IT in Italia? In merito a VIRA (che non ho mai avuto il piacere di conoscere) sarebbe interessante capire cos’hanno sbagliato nel loro management, in modo tale da iniziare a fare una bella blacklist di potenziali “pacchi”, alla faccia della legge sulla praivasi. Sarebbe un servizio utile alla comunità, quindi non condannabile! :D
Colgo l’occasione per salutare il mitico IT della Misericordia di Pisa col quale ci siamo fatti delle risate (sarcastiche) quando alcuni funerali hanno ritardato perchè il loro numero dava errore….Se hai 5 minuti, Francesco , chiamami che ci riaggiorniamo, il mio numero è postato poco sopra :)
In ogni caso, Telecom sta ritardando ad offrire i propri contratti wholesale (le ferie al mare con mammà…) ehehehehe, quindi anche a voler cadere nelle loro grinfie, meglio cambiare operatori e fra i due litiganti, i terzi godono! :D

Anonimo luglio 31, 2007 alle 7:20

http://punto-informatico.it/index.aspx?t=30/07/2007

ADSL, in arrivo migliaia di disconnessioni?
News
lunedì 30 luglio 2007Stampa

Commenti (104)
Roma – L’ondata di email è iniziata venerdì, quando i primi utenti dei servizi Intratec/Vira hanno iniziato a scrivere a Punto Informatico e PI Telefonia per segnalare come il celebre operatore abbia avvertito del fatto che dal 2 agosto i propri servizi ADSL potrebbero cessare per decisione di Telecom Italia, concorrente ma anche fornitore, e creditore, dell’azienda.

“Telecom Italia – sostiene Intratec/Vira nella sua comunicazioni agli utenti – sta utilizzando diversi strumenti di pressione derivanti dalla sua posizione dominante, non ultimi quelli delle pressioni finanziarie per annullare, di fatto, la concorrenza che si è creata in questi anni passando per l’oramai famosa “tassa” sulle linee solo dati che si prevede debba essere addebitata in maniera retroattiva sin dal febbraio 2006 sino ad arrivare ai sistematici guasti e disservizi che fanno disperare i Clienti e i tecnici della nostra azienda”.

E continua poi: “Nonostante i ripetuti sforzi da parte di Intratec S.p.A. per scongiurare tale malaugurata ipotesi, Telecom Italia ha notificato in data odierna alla società scrivente l’intenzione di procedere all’interruzione unilaterale dei servizi Wholesale a far data dal 2 Agosto 2007, con un margine di preavviso pressoché inesistente, creando un danno irreversibile ad Intratec spa”.

Sebbene differente sotto certi aspetti, quanto sta accadendo non può che ricordare la vicenda Elitel, una questione finita in tribunale che coinvolge altre migliaia di utenti e le disconnessioni delle linee, disconnessioni che Telecom attribuisce alla morosità dell’operatore.

Proprio come Elitel, anche Vira/Intratec non ha intenzione di subire la vicenda senza combattere. Nella lettera spiega infatti: “La nostra azienda si opporrà con ogni mezzo a questa palese violazione delle normative nazionali ed internazionali a tutela in primis della propria clientela”. Subito dopo, con correttezza avverte gli utenti: “Ci corre l’obbligo di avvisare la stessa del possibile distacco dei servizi di connettività forniti dalla scrivente Società, onde permettere al Cliente stesso di trovare, se lo desidera, una soluzione equivalente”.

La disconnessione contro la quale Intratec/Vira annuncia battaglia riguarderà, se verrà messa in atto, esclusivamente i servizi ADSL mentre le offerte di Vira sul VoIP rimarranno attive per coloro che migreranno ad un altro operatore, in quanto sono indipendenti dal gestore ADSL.

“Per me la Tv era morta, e ne ero felice – scrive Emanuele D.B. alla redazione di PI – Anche la tv era solamente diventata spazzatura oramai, e poi quotidiani come punto-informatico.it non si trovano in tv. Già sto pensando di installare a mie spese la wireless a qualche mio vicino per poi dividere con lui la banda e il (dis)servizio! Mi serve anche per lavoro, e fra poco mi ritroverò a piedi”.

Sul suo blog, Mario invece si duole non solo del rischio concreto di rimanere senza ADSL nel giro di pochi giorni, ma anche di dover spiegare la situazione “ai clienti e amici a cui ho venduto (o consigliato) una linea, solo dati, Adsl di cui, fra una settimana, probabilmente resteranno senza”. “La cosa buffa – scrive – è che io circa 1 mese fa avevo anche provato a mettere una linea Telecom, in aggiunta alla mia linea dati Intratec (Vira), ma dopo più di 30 giorni, ancora la stessa Telecom non è riuscita ad attivarmela perché, in fase di richiesta, una bravissima operatrice del call center ha sbagliato a scrivere l’indirizzo della mia abitazione”. Toni ancora più netti vengono usati da altri blogger che in queste ore stanno pubblicando la lettera di Intratec/Vira.

Al centro di queste vicende, dunque, ancora una volta sono i debiti maturati dagli operatori concorrenti, aziende che operano in un mercato broad band che è saldamente in mano al proprio fornitore. Una questione delicatissima, legata anche alla possibile riscossione del canone sulle linee solo dati, le ADSL naked.

In attesa di poter approfondire anche con Telecom Italia i termini della vertenza con Vira/Intratec, non ci si può non chiedere come possa accadere che in un mercato così decisivo per lo sviluppo del paese, quello della banda larga, nel giro di poche settimane molte migliaia di utenti di ben due diversi operatori, privati e aziendali, si trovino improvvisamente, praticamente da un giorno all’altro, dinanzi alla disconnessione da un servizio che il ministro delle TLC Paolo Gentiloni solo pochi mesi fa ha insistito a descrivere come servizio universale, ossia come diritto di ogni cittadino.

Francesco Cosi ITM della Misericordia di Pisa luglio 31, 2007 alle 13:05

La cosa grave è che le istituzioni pensano al rapporto tra cliente fornitore (es. elitel/telecom) nessuno pensa ai cittadini aziende, le aziende sono loro che portano avanti il nome dell’italia, sono loro che pagano le tasse, a differenza di queste aziende che tutto fanno che comportarsi in maniera corretta…
Comunque continuo a rimanere senza parole
Abbiamo ragione quando diciamo che l’italia è un paese di
MAGNA MAGNA….
Per fortuna “noi” Misericordia di Pisa abbiamo risolto…
Ma adesso inizieranno a cadere le teste del provider, che nel mio caso era un reseller di Elitel. In più di 20 giorni hanno saputo farmi solo 2 telefonate senza neanche darmi una possibile soluzione…
Allora mi sono rimboccato le maniche e sono rimasto in ufficio fino alla mattina dopo e vi assicuro che dormire appoggiato alla propria scrivania non è una nuova tecnica per salvaguardare la colonna vertebrale :P
Sono vicino a tutti coloro che ad oggi sono ancora in mezzo a questo marasma noine siamo usciti anche grazie ad alcuni tecnici (amici) che hanno dato anima e corpo…

La Misericordia di Pisa ed il suo ITM è vicina a tutti coloro che sono incappati in questi disservizi e personalmente se si riuscisse ad avvertire tutti gli utenti che potrebbero interessati dal futuro disservizio……

FORZA RAGAZZI!!!!!!!!!

Anonimo luglio 31, 2007 alle 13:23

NUMERO SERVIZIO CLIENTI FONIA ELITEL 02.81871.999

OPHELIA agosto 1, 2007 alle 8:47

C’è qualcuno che sa se Telecom vuole fare la stessa cosa che ha fatto con Elitel anche con i clienti EUTELIA?

Uno che passava agosto 1, 2007 alle 9:34

Stanno staccando anche Telvia!!!!!

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2050073

Ma cos’è, il giorno del giudizio???

rino moto agosto 1, 2007 alle 9:39

anche il provider siciliano TELVIA sta per soccombere.
SVEGLIA!!!!!

Giovanni Garofalo agosto 1, 2007 alle 10:21

Ophelia, negativo, con Eutelia direi proprio di no :D

facciamoliilculo agosto 1, 2007 alle 14:07

Io fino a qualche settimana fa ero con Eutelia, ma mi ha lasciato per per oltre un mese senza ADSL dicendo inizialmente che vi erano problemi in centrale e poi sparendo. Sono dovuto stare fermo con enormi danni e poi passare a Telecom Italia per disperazione che mi ha attivato in pochi giorni.
Forse sarà una coincidenza.

Giovanni Garofalo agosto 1, 2007 alle 23:55

Una coincidenza, esatto, capita…ma da Telecom meglio stare alla larga, perchè hanno la strana mania di “rubare” i Clienti che ci teniamo da anni con offerte inutili e stupide come Alice 20Mb attivabile sotto poche centrali DSLAM, ancora allineate a 4Mb al massimo. Attualmente sono incuriosito dagli operatori che offrono le SDSL, mai sentito parlare? Sarebbe molto più utile e vantaggioso dirottare tutti SOLO su questi resellers, in modo da alzare la qualità del servizio da subito ed obbligare Telecom stessa a switchare su questa configurazione le centrali che continuano a restare in loro gestine esclusiva (ahimè). Tanto ormai il danno è fatto, giorno più di attesa o giorno meno…così tutti i prodotti obsoleti e nati morti come l’ISDN o le CDN li dovranno rimuovere dai loro listini ridicoli, quindi saranno costretti a rinnovare le offerte seriamente, senza inutili ostruzionismi commerciali.
Ovviamente SDSL con listini allineati agli altri Operatoti europei!

Mirko agosto 2, 2007 alle 19:08

Rispondo al post 28 del Sig. Garofalo

SDSL ??

Il nome di qualche operatore italiano?

Andrea agosto 2, 2007 alle 23:35

per 28

ricordo che le dorsali sono tutte in CDN… visto che sono obsolete, le togliamo? e poi???
magari prima di sparare ca….. ci si informasse….

Anonimo agosto 3, 2007 alle 9:33

AGGIORNAMENTO DA SITO ELITEL:

http://www.elitel.biz

Se sei cliente Elitel basta anteporre il codice 10122 al numero telefonico chiamato o impostare il codice 10122 nel centralino telefonico utilizzato
Salta fuori UNO COMMUNICATIONS SPA

Qualcuno di voi ha notizie di quest’azienda?

Mirko agosto 3, 2007 alle 10:38

Sig. Garofalo,
non mi sembra tanto informato…

Non è che confonde SDSL con le S.HDSL?

In molti commettono questo errore.

CDN?? Conosci qualcosa di Meglio??

Saluti

operatrice elitel agosto 3, 2007 alle 11:12

Ci sono aggiornamenti sull’utilizzo del servizio Elitel.
andate sul nostro sito
http://www.elitel.biz
nella home page c’è scritto come poter fare chiamate con elitel.
il famoso codice 10122 con cui elitel sta abilitando i propri clienti.
per ulteriori info contattate l’assistenza al nuovo numero disponibile
Assistenza Tecnica Fonia: 02.81871.999

www.risparmiaresultelefono.it agosto 3, 2007 alle 11:17

TLC Telecomunicazioni attraverso il proprio portale http://www.risparmiaresultelefono.it sta gestendo e gestisce in questi giorni centinaia di richieste da parte di clienti ex Elitel. (merito di questo forum e anche della pubblicità strategica che acquistiamo da google e yahoo)
Non ci sentiamo affatto scalfiti da quanti ci attaccano, pensiamo che non ci sia niente di male ad infromare o ad indirizzare i nostri clienti in tal senso. (abbiamo infatti invitato a visitare ed a commentare queste pagine a più di una persona)
Ringraziamo i clienti soddisfatti che, senza dubbio, stanno incentivando il passa parola… vuol dire che li trattiamo bene…
Detto questo, noi restiamo a disposizione di quanti eventualmente interessati a valutare una nostra offerta ai seguenti recapiti:
Web. http://www.risparmiaresultelefono.it
Web. -capogruppo e ricerca Agenti- http://www.tlctel.com
Mail. assistenza@tlctel.com
Numero Verde 800 13 28 24 da fisso
Tel. 0771266657
Fax. 0771883114

Giovanni Garofalo agosto 3, 2007 alle 12:08

Andrea, post31, dici che sono cazzate le mie? Non credo, è pura realtà, siamo indietro di 6 anni con la tecnologia SDSL, come puoi vedere. Non ti arrabbiare se alcuni trunk sono ancora in CDN. Capita a tutti di commettere qualche errore di progetto. Come ti chiami di cognome? Mirko, post33, dammi pure del “tu” e ti confermo che parlo di SDSL e non di SHDSL. Lavoro spesso fuori Italia e mi intristisco ogni volta a giustificare l’arretratezza tecnologica del trasporto che abbiamo per le soluzioni Corporate italiane.
Ti ricordo che l’Italia è composta quasi dal 95% di piccole e media imprese, pertanto è DAVVERO un gran bel business dirottare questo 95% dove vuole Telecom. A disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento. Piuttosto, nessuno dice nulla a ‘ste faine (post35) che si infilano nei commenti tecnici per vendere le loro soluzioni? Che merde…

Mirko agosto 3, 2007 alle 16:54

in svizzera l’operatore swisscom ha un’ottima copertura in SDSL…

Purtroppo non è che costi pochino…

In Italia, non siamo di certo arretrati… anzi… noi arretriamo per speculare commercialmente.

All’estero le connettività viaggiano in gran parte su TECNOLOGIA italiana!

Ciao

PS: Ok, ti darò del tu! Ciao Garofalo…

>>>Riccardone agosto 4, 2007 alle 18:19

Ma chi ne sa di + di questa storia di altri distacchi ?
Comunque insiema ad altri amici abbiamo riavuto le linee e i serviz di Elitel riattaccati E’ VERO RIPARTIAMO ? che succede ne sapete ? avete notizie ? il caòll center è difficele raggiungerlo. CHI ha notizia mi sciva

sancho panza agosto 5, 2007 alle 9:41

Vorre sapere che cazzo di imprenditore è uno che si compra un’azienda a zero euro e poi decurta stpendi, benefit, non paga ferie e non paga il TFR. Praticamente è uno che si è comprato l’azienda con la pelle dei lavoratori. Nemmeno negli anni più bui del capitalismo delle ferriere degli anni ’50 succedevano queste enormità. Ma le istituzioni, i sindacati, la giustizia dove stanno ???
Solo in Italia possono succedere queste cose.
Ma che fiducia possiamo avere della politica e delle Istituzioni ? Poi ci si chiede il perchè c’è il rifiuto della politica. In Italia non c’è più certezza del Diritto nè dei diritti acquisiti dai lavoratori. Perchè nessuno interviene ?

Giovanni Garofalo agosto 5, 2007 alle 11:37

Perchè il 95% dei Giudici sono ALTAMENTE IMPREPARATI e quando qualcuno cerca di dimostrare obiettivamente ed analiticamente il problema, l’etica e la professionalità di queste inutili figure (insieme al 90% degli avvocati e dei politici) entrano in conflitto con la non-etica di questi personaggi brutti, sporchi e cattivi, ergo il bilancio si annulla.
L’unica soddisfazione è sapere che le braccia armate dello Stato intervengono per fermare un po’ le palle di questi inutili e stupidi giochi, ma non certo le nostre. Peccato che non hanno potere decisionale ed in questi casi nemmeno a titolo cautelativo, perchè non esiste uno storico protocollato. Quindi denunciate, denuciate ed ancora denunciate, perchè tanto male non fa scrivere le proprie memorie su un foglio bianco e portarlo al primo ufficio della GdF.
La libertà di espressione e di comunicazione (quindi di denuncia) ci separano fra noi, i talebani e i cinesi. Fortunatamente noi non appendiamo la gente per il collo o la brasiamo sulle sedie elettriche o ancora gli spariamo fucilate alla nuca. Attendo fiducioso l’esito delle decisioni del restante 5%-10%. Buona domenica :D

Mirko agosto 5, 2007 alle 18:33

Ma tu denunci proprio tutti?
Non è bello quello che fai…

Io ho mandato la raccomandata ad Elitel, prima è rimasta ferma alle poste di Milano e dopo circa 7gg è stata accettata…

Dai Garofalo cerca di essere più dolce!

Sei un imprenditore? Ti piacerebbe avere la finanza tutti i giorni in ufficio? Magari perchè un tuo cliente non è contento e ti ha denunciato?

ora io non voglio dire che non si deve denunciare, ma tu esageri.
Ogni tre post, scrivi che denunci… denunci… ecc ecc

Non è che sei finanziere?

Dai, non offernderti… :-)

Un caro saluto e buon ferragosto…

PS: non preoccupatevi più di Elitel, andate avanti per la Vs. strada… trquantilli che se hanno commesso dei reati pagheranno, tanto c’è chi ha già fatto le denuncie :-) )

facciamoliilculo agosto 6, 2007 alle 15:33

Tranquilli,
ci divertiremo con le azioni di responsabilità verso gli amministratori attuali e passati a partire da Piracci, già deceduto, in poi…… ne verranno fuori delle belle……

Anonimo agosto 9, 2007 alle 17:54

vi dico solo che un un dipendente elitel e’ mancato (incidente) e il signor gf ha rifiutato di pagare il tfr alla madre !!!!

Altra causa ……

Renee agosto 10, 2007 alle 13:44

Allora, il 10133 è di Vive La Vie (figuriamoci) e il 10122 è di Uno Communications (siamo lì). Sono compagnie collegate per scatole cinesi a Elitel quindi in prossimo distacco pure loro. Consiglierei una bella fuga di massa tanto per dirne una e prendere un gestore che sia affidabile, va bene Telecom, Wind, Tiscali o piccoli gestori locali ma che siano gestori e non resellers. Se volete prendere un reseller informatevi almeno da chi si rifornisce e con chi vi attiverà il servizio di carrier preselection… Per esempio tu, sciacallo di risparmiaresultelefono/TLCcom, da chi comperi traffico e adsl??? Faccelo sapere, dai che siamo curiosi!

Anonimo agosto 12, 2007 alle 17:30

ciao ragazzi sono un operatore del call center telework…ieri è girata la voce che ad alcuni ex dipendenti di telework non sono stati pagati i tfr….ragazzi qui si sono mangiati tutto!!

>>>Operatrice vera agosto 12, 2007 alle 20:08

bravo “il bel” Renee ! che dici che tu sai tutto. Tu non sai proprio nulla fai solo pubblicità occulta per gli altri e sei un bello sciacallo per conto terzi e ci fai perdere il lavoro.
Elitel e tutti noi stiamo lavorando come non mai e migliaia di clienti stanno ritornando con noi e fanno traffico. La fuga in massa che tu dichiari non c’è e noi dipendenti siamo contenti che il lavoro per il futuro sta arrivando. La rete commerciale che è stata costruita anche nella grande difficoltà di queste settimanane ha continuato portare contratti. Molti fornitori ci stanno aiutando e sono sicura che domani sarà buono e meglio di oggi per tutti noi.
Ti saluto porco sciacallo !

Renee agosto 20, 2007 alle 12:46

wè, gallina di una operatrice vera!!! Nel commercio non si fa della beneficenza… chi fornisce adesso il traffico a elitel dovrà essere pagato perchè a sua volta lo acquista da qualcun altro (senza fare nomi stavolta). Voglio vedere se chi è rimasto senza linee un mese vorrà rischiare di nuovo… e la fuga c’è stata e come…

wow agosto 27, 2007 alle 10:44

Telvia ha perso la battaglia, il tribunale ha dato ragione a Telecom! I servizi si pagano e basta! Altrimenti che se le costruiscano da soli le reti! Nessuno ha volto investire una lira, troppo facile guadagnare con le cose degli altri senza nemmeno pagarle.

Luca settembre 4, 2007 alle 11:41

INTRATEC\VIRA IN LIQUIDAZIONE
Aggiunta la dicitura IN LIQUIDAZIONE sul sito ufficiale di Vira

Luigi Nicotera settembre 4, 2007 alle 13:59

Mi dispiace per Vira, che a mio parere si è sempre comportata correttamente verso i clienti, con informazione tempestiva e rimborsi per eventuali mancati servizi, qui bisogna anche dar colpa al nostro sistema giuridico che ha molte contorversie nei propri tomi, da una parte condanna Telecom, da una altra le dà ragione contravvenendo alle sentenze precedenti e aiutando Telecom a far chiudere i rivali che lealmente hanno puntato all’acquisizione degli utenti proprio per la customer satisfaction…e prezzi buoni !!! Siamo in un paese di ladri, ognuno pensa al proprio portafoglio e le società che non lo hanno fatto come Intratec ne hanno pagato le conseguenze….Attenzione però distinguo i casi Elitel e Vira…Elitel è una vecchia volpe, che conosco da vecchio tempo, e le Sue politiche….Vira è un caso veramente da analizzare e far riflettere.

Anonimo settembre 5, 2007 alle 11:37

Ma lo sapete cosa sta facendo Elitel??? Sta riattivando le cps con Uno communications e Eutelia anche ai clienti che hanno fatto richiesta di andare con altri gestori. Ma è una cosa assurda… Sono di nuovo costretto a fare il 1033 e a chiedere di nuovo la riattivazione con l’altro gestore, ma questi sono matti senza speranza!!!

FALSE COMUNICAZIONI SOCIETARIE settembre 28, 2007 alle 12:28

http://www.borsaitaliana.it/bitApp/news.bit?target=NewsViewer&id=360420&lang=it

Questa notizia e’ falsa.Il Cda di Vive La Vie non ha approvato alcun bilancio dal momento che non e’ stato ne’ presentato ne’ approvato per gravi irregolarita’ espresse dagli amministratori sia ail presidente che al collegio sindacale.Questa notizia e’ solo una strumentalizzazione ,

Silvia L. novembre 22, 2007 alle 2:00

Non funziona più la mia ormai antica casella di posta @flashnet.it.
non mi si apre più da nessun sito: punto, postino….
E’ dovuto alla tragedia aziendale in corso o ci sono spiegazioni più semplici a cui, per ignoranza, non posso arrivare?
Sono in Argentina e non credo che i numeri verdi funzionani da qui!!!!!!!!!

Marina novembre 22, 2007 alle 10:58

Io sono a Roma. L’assistenza tecnica – 030.3179676 – ha un disco che parla di guasti. I poveretti del call center – 02.81871.999
- non sanno piu’ cosa dire…

Mi sembra troppo…

Marina

unamico novembre 27, 2007 alle 10:16

ATTENZIONE A TUTTI I SISTEMISTI IN CERCA DI LAVORO.

STATE LONTANI DA VIVE LA VIE. PER IL VOSTRO BENE

inquirere dicembre 4, 2007 alle 1:32

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

{ 3 trackback }

Articolo precedente:

Articolo successivo: