Vodafone UK: apertura a Internet con riserva

di alex il 30 aprile 2007

Register nota come Vodafone, dopo avere rimosso il VoIP dal NOkia N95, abbia cominciato a tariffare a parte vari servizi dati che considera in contrasto con il proprio business: peer to peer, voip, instant messaging… Va detto che anche 3 UK conteggia fuori dalla propria flat il VoIP e l’instant messaging fatto con programmi diversi da quelli proposti dallo stesso operatore e che vengono da aziende che hanno firmato un accordo con 3 UK.
CHe le reti mobili dati non siano neutrali è storia vecchia. Lo stesso codec Gsm per la voce non è neutrale, a differenza di quanto avviene sul telefono fissa. L’idea, a giustificare queste mosse, è che le reti mobili sono ancora più care di quelle fisse e quindi gli operatori cercano di evitarne un sovra consumo. Un analista di Analysis mi conferma che è così; ma se da una parte i mobili sono giustificati da più alti costi a monte, dall’altra- secondo praticamente tutti gli analisti che conosco- stanno sbagliando a chiudere le connessioni flat. Dovrebbero avere un approccio più internet centrico. In verità, pian piano si stanno aprendo, aumentando di semestre in semeste la quantità di dati inclusi nel canone delle flat. La stessa novità di Vodafone UK , a essere più obiettivi, è una svolta in tal senso: è la sua prima flat di dati Internet via cellulare; 85 pence, circa 1 euro, per 15 MB, il che è abbastanza generoso rispetto a quanto visto finora. E’ chiaro che per prudenza Vodafone abbia voluto porre alcune restrizioni, in questa prima fase…
Ora si tratta di trovare un equilibrio: se è comprensibile che i mobili non si possano permettere il peer to peer sulle proprie reti (le intaserebbe, senza i vantaggi che ha dato all’Adsl in termini di diffusione delle linee), sarebbe auspicabile una maggiore tolleranza nei confronti dell’IM e del VoIP…anche se il rischio di cannibalizzazione del core business (sms e voce) è fortissimo. PUò un operatore accettare di trasformare la propria rete dati in un tubo dove far passare contenuti altrui, mentre finora è stato abituato a farsi pagare i propri?

via Mantellini

{ 1 commento }

Alessandro settembre 25, 2007 alle 16:26

Ma c’è un modo per connettersi ad internet dall’inghilterra tramite un telefono cellulare UMTS?

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

{ 5 trackback }

Articolo precedente:

Articolo successivo: