Le leggerezze di eMusic

di alex il 22 settembre 2006

Adoro i canali alternativi allo strapotere delle major del disco, ma così non va. Su eMusic un mio amico, che paga qualche decina di euro al mese di abbonamento per scaricare i file, ha trovato un album (Scambio-Kunsertu) con alcune canzoni danneggiate. Il suono finiva distorto per alcuni secondi, è persino fastidioso. Ha scritto a eMusic un mese fa, nessuna risposta. Ha riprovato due settimane fa: ancora niente. eMusic ha un form apposito per segnalazioni di tracce danneggiate. Ma a che serve, se non rispondono? eMusic ha fatto parlare di sé per la scelta coraggiosa di vendere mp3 senza drm. Non è il solo, ma è certo il più grande. Mindawn , più specializzato in musica ricercata, addirittura usa il formato flac. Mi è capitato di scaricare un album danneggiato. Mi hanno risposto dopo un’ora. Il file giusto era al posto dopo quattro giorni, perché era venerdì sera.

{ 3 commenti }

Alby settembre 22, 2006 alle 14:32

ciao volevo segnalarti questo community blog sul citizen journalism (si possono pubblicare articoli senza alcuna registrazione):
http://www.Lamianotizia.com
Facci un salto se ti va e magari pubblica pure qualche tuo post (anche questo), tanto puoi anche linkare il tuo blog.
Ti segnalo anche:
http://www.Emosuoni.com
A presto!

alessandro taborri giugno 30, 2010 alle 15:17

Ciao mi chiamo Alessandro Taborri e sono il batterista degli SCAMBIO di KUNSERTU, sono assolutamente daccordo con te!!!puoi contattarmi su myspace o alex.music@hotmail.it facciamoli fuori!!!!!!

alessandro taborri giugno 30, 2010 alle 15:22

mi scuso per il ritardo mosrtuoso ma non lo sapevamo neanche noi…grazie a tutti

I commenti per questo articolo sono stati chiusi.

Articolo precedente:

Articolo successivo: