Cos’è l’Aikido e a che serve per la vita

di alex il 3 luglio 2017

L’Aikido è una disciplina marziale sviluppata da Morihei Ueshiba a cominciare dagli anni trenta del ’900 in Giappone partendo dagli insegnamenti di scuole precedenti (si veda Wikipedia per la storia dell’Aikido).

Caratteristiche dell’Aikido

L’Aikido è un’arte giapponese tradizionale: pertanto, si pratica in palestre specializzate (“dojo”), dotate di apposito tatami (tappetino) la cui presenza è opportuna per eseguire proiezioni del partner e relative cadute (“ukemi”).

A differenza di Karate, Judo e altre arti, l’Aikido non ha componenti sportive/competitive (non si fanno gare, combattimenti). Le lezioni sono caratterizzate invece dall’esecuzione di tecniche ed esercizi a turno con il proprio partner, con lo scopo di un progressivo miglioramento reciproco. Periodicamente si fanno esami per il passaggio di grado (“kyu”), che viene riconosciuto da associazioni a livello nazionale e internazionale (a condizione che la palestra a cui si è iscritti sia affiliata alle suddette associazioni).

Le tecniche fondamentali dell’Aikido sono 17, che sono eseguite in difesa da diversi attacchi (colpi e prese) e con molteplici varianti. Le tecniche di programma in totale sono quindi alcune decine. I programmi ufficiali variano a seconda dei diversi stili di Aikido, alcuni dei quali includono anche lo studio delle armi tradizionali (Jo, Ken e Tanto, rispettivamente bastone, spada di legno e coltello di legno).

 

Finalità generali dell’Aikido

Come ricorda correttamente Wikipedia, “la finalità dell’aikido non è rivolta al combattimento né alla difesa personale, pur utilizzando per la sua pratica uno strumento tecnico che deriva dal Budo, l’arte militare dei samurai giapponesi; l’aikido mira infatti alla “corretta vittoria” […] che consiste nella conquista della “padronanza di sé stessi“.

Gli esercizi e le tecniche dell’Aikido hanno insomma lo scopo ultimo di migliorare la nostra capacità di approcciare e gestire i conflitti relazionali. Questo non toglie che l’Aikido non possa avere anche finalità di allenamento fisico, in particolare in favore di agilità, riflessi, propriocettività (controllo motorio).


CONTINUA

Articoli correlati:
  1. Agenda digitale, nel 2018 il fantasma del reset: scacciamolo così

{ 1 commento… leggilo qui sotto oppure aggiungine uno }

Vaporleaf novembre 13, 2018 alle 23:17

Aikido is a lifesaver. I started doing it a while back and feel so much better now. Thanks for this write-up on it.

Replica

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: