La cinese che viaggia amando e le bufale del giornalismo

di alex il 2 novembre 2014

In questi giorni sui social network c’è tutta l’ira dei lettori contro i giornali italiani che sono cascati in questa bufala (una cinese che accetterebbe amanti per farsi spesare il viaggio; ma era in realtà una storia fasulla, per pubblicizzare un’app).

Va detto che in questo caso le principali testate online non ci sono cascate. Però in passato è capitato a tutti e in particolare nelle sezioni “leggere” dei siti web (i colonnini). I lettori hanno ragione ad arrabbiarsi quando una testata pubblica una notizia falsa, perché così fa disinformazione venendo mendo al proprio ruolo e mandato. E tuttavia la situazione è più complicata di così.

Facciamo un passo indietro: la qualità dell’informazione online sta migliorando o no? A me sembra di sì, generalmente. Soprattutto per gli articoli di tecnologia: quando ho cominciato, e ancora fino a pochi anni fa, si leggevano cose incredibili su virus e peer to peer, spesso diramate da agenzie di stampa dove chi scriveva probabilmente non sapeva nemmeno come accendere un computer.

Sarà capitato a tanti come me, ragazzi che di fronte a quelli errori provavano a segnalarlo alle redazioni con cui collaboravano e incontravano spesso il vecchio di turno che diceva che no, non erano errori, ma semplificazioni per farsi capire. E noi  testardi, non ci siamo fatti convincere che scrivere “sito peer to peer” o che a fare Linux è stato un manipolo di pirati non sono semplificazioni ma cattiva informazione. Adesso gli orrori sono finiti, o sono diventati molto rari, a conferma che avevamo ragione noi. Che è successo, nel frattempo? Pensionamenti, nuove leve che sapevano distinguere un computer da una lavastoviglie e via dicendo. Fin qui con il giornalismo tecnologico. Poi però sono arrivati i social media e l’importanza di far circolare articoli virali, tanti in poco tempo. “Virale” più “tanti” più “in poco tempo”: gli ingredienti completi per la bufala. Non c’è niente di sbagliato nel pubblicare articoli leggeri, di richiamo. Il problema è che questo meccanismo di lavoro produce bufale. Come si risolve? Di fondo, c’è che le testate online non hanno le risorse di cui avrebbero bisogno per fare il lavoro al meglio, verificare tutto, in tempi rapidi eccetera. Se non siete mai entrati in una redazione online forse non lo sapete e avete ancora quella visione romantica del giornalismo in cui i giornalisti si coccolano un articolo per un giorno intero (almeno), come visto in tanti film. Ebbene, no: la redazione online è più simile a una catena di montaggio, con turni di notte, 24 ore al giorno.

E’ un problema economico, insomma. I giornalisti sanno come si verifica una notizia.  Basterebbe scrivere “bufala” o “hoax” su Google con la parola chiave di quella storia, per trovare la verità (dato che internet ha questo potere ambivalente di diramare bufale ma anche disinnescarle). Ma chi deve pubblicare le notizie in pochi minuti (con i tempi- sconosciuti al lettore- della compilazione dei campi della piattaforma di publishing, i tag, le foto, il seo eccetera) non ha il tempo per fare quella verifica, perché a lavorarci sono troppo poche persone.

Forse il problema si curerà da solo, quando gli economics dell’editoria spingeranno a spostare risorse dalla carta all’online, gradualmente. Nel frattempo, non ci sono soluzioni ottimali.

Del resto, lancio una provocazione: siete disposti a dare 1 euro all’anno alla vostra rivista online preferita? Le maggiori potrebbero aumentare di colpo il proprio fatturato di milioni di euro, assumere, investire in contenuti.

Ecco, se aveste la garanzia che il ricavato andasse sui contenuti, dareste quel misero euro l’anno in donazione? Se la risposta è no, è questa la qualità che meritate (per ora).

 

{ 16 commenti… prosegui la lettura oppure aggiungine uno }

https://www.evernote.com novembre 12, 2015 alle 22:08

In any event it is a con, not really a hack.

Replica

neverdoubtklout.tumblr.com novembre 16, 2015 alle 9:35

I’m really enjoying the design and layout of your site.

It’s easy on the eyes which makes it much more pleasant for me to come
here and visit often. Did you hire out a designer to make your theme?
Outstanding work!

Replica

https://www.pinterest.com/pin/333336809899133688/ dicembre 5, 2015 alle 14:25

Outstanding entry! I found it quite interesting. I’ll check back later
to see if perhaps more posts are added.

Replica

Lanny dicembre 11, 2015 alle 6:15

You’re a very powerful writer. I can easily see this in your article.

You have a way of writing compelling information that sparks much interest.

Replica

using penomet video dicembre 14, 2015 alle 7:41

Omg, amazing blog layout! How long have you been blogging for?

you make blogging appear easy. The overall look
of your web site is wonderful, not to mention this article!

Replica

Mahalia dicembre 15, 2015 alle 11:41

This will be a terrific blog, would you be interested in doing an interview regarding exactly
how you developed it? If so e-mail me!I’d always want
to be kept up to date on fresh blogs on this web site, bookmarked!You have very worthwhile points.
What a fantastic website you might have here.

Replica

earthing mat scam dicembre 15, 2015 alle 12:20

I am really empowered with your writing talent.
Anyway maintain the wonderful high quality writing, it’s rare to
see an excellent blog like this these days.

Replica

get a bigger dick dicembre 23, 2015 alle 7:02

Hey man, This was a fantastic page for such a difficult subject to discuss.

I look forward to reading a lot more great posts like these.
Many thanks.

Replica

Catalina Moffat dicembre 23, 2015 alle 22:46

Allow us to create fashionable, elegant, custom-made scarves for a unique corporate reward.

Replica

http://greenville.cylex-usa.com gennaio 29, 2016 alle 19:09

Thank you for this terrific post, I am glad I found
this website on yahoo.

Replica

Refugia gennaio 29, 2016 alle 23:01

Thank you for this post, I am a big fan of this
website would really like to go on updated.

Replica

www.2020glass.com gennaio 29, 2016 alle 23:02

Fantastic post however , I was eager to know if you could write
a litte more on this subject? I’d be very thankful if you could elaborate a little bit further.
Many thanks!

Replica

https://www.chamberofcommerce.com/ gennaio 30, 2016 alle 1:47

You made some pretty good points there. I looked on the internet for the issue and found a lot of
people will go along with your website.

Replica

pusnap.com gennaio 30, 2016 alle 22:58

Some truly quality blog posts on this web site, kept to my bookmarks.

Replica

Leonida luglio 23, 2016 alle 8:43

Garcinia cambogia fruit has a sour flavor that makes it challenging to eat whole
like an orange or apple.

Replica

http://www.somethingblue.xyz settembre 8, 2016 alle 17:55

Andrew Luck was on an episode of Parks and Recreation along with some other colts

Replica

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: