Limitare i rischi privacy sui social network

di alex il 8 novembre 2013

UNA GUIDA

 

FACEBOOK

Rischi:

I contenuti che pubblichiamo possono sfuggire al nostro controllo e circolare in vario modo sul web

chiunque può cercare il nostro nome, se siamo iscritti

I nostri mi piace possono essere usati sulle pubblicità che appaiono agli amici

i minorenni ora possono fare post pubblici

 

 

Rimedi e consigli:

Clicchiamo sull’icona del pianeta per limitare la visibilità pubblica di ogni post

Clicchiamo sulla rotellina (impostazioni) e poi su Privacy per le principali impostazioni di tutela privacy

Su Diario e aggiunta tag (da impostazioni) aumentiamo la privacy del diario e dei tag. Su Inserzioni, quella relativa alla pubblicità

Da Impostazioni/Generale possiamo scaricare una copia di tutto quanto abbiamo pubblicato su Facebook

 

TWITTER

Rischi:

Qualunque cosa scriviamo su Twitter è immediatamente pubblico

Tramite il Retweet, i nostri post ricevono ulteriore visibilità che non possiamo controllare direttamente

 

Rimedi e consigli:

In Impostazioni (icona rotellina), Sicurezza e Privacy possiamo limitare la visibilità dei tweet a persone selezionate

In Impostazioni, Sicurezza e Privacy impostiamo la verifica d’accesso via sms, per evitare che qualcuno faccia tweet con il nostro account

In Impostazioni, Account possiamo scaricare l’archivio dei nostri tweet

GOOGLE+

Rischi:

Il motore di ricerca Google interagisce con Google+, mostrando risultati personalizzati

Google orapuò usare i volti e i nomi degli utenti nelle inserzioni collegate alle ricerche

 

Rimedi e consigli:

Da plus.google.com/settings/endorsements possiamo disattivare l’opzione che permette di usare il nostro nome a scopi pubblicitari

Da www.google.com/settings/plus possiamo limitare la visibilità dei nostri post e la ricercabilità del nostro profilo

Da www.google.com/settings/privacy possiamo decidere tra l’altro chi ci può taggare

Da security.google.com/settings/security possiamo rendere più sicuro l’account (con una verifica via sms)

 

(Uscito su Club-Repubblica)

 

 

 

Articoli correlati:
  1. Nuove app, quelle previsioni che sanno troppo di noi
  2. Il web e l’importanza della stampa libera
  3. Strada in salita per la neutralità della rete Usa. Al via la causa
  4. I social network dell’impermanenza

Lascia un commento

Articolo precedente:

Articolo successivo: